Cos’è il Destination Wedding?

Cos’è il Destination Wedding?

Cos’è il Destination Wedding?
Il Destination Wedding non riguarda solo il matrimonio, ma anche il turismo. Spesso infatti, le coppie che dall’estero vengono a sposarsi in Italia, decidono poi di rimanere qualche giorno in più a godere della bellezza che offre il nostro Belpaese, insieme ai loro ospiti. Ecco qualche dato, per comprendere meglio la portata del fenomeno e dei motivi per cui conviene prenderlo in seria considerazione. L’ISTAT afferma che, solo nel 2015, in Italia, ci sono stati oltre 7mila matrimoni di coppie straniere (principalmente provenienti da Russia, Stati Uniti, Canada e Inghilterra). Ciò ha generato un indotto di 380 milioni di euro, con una media di 54 mila euro di spesa per ogni matrimonio, con circa 50 invitati ciascuno.

Caratteristiche fondamentali del Destination Wedding
Dai dati ISTAT è possibile delineare due caratteristiche fondamentali del Destination Wedding.

La prima è che, di solito, si tratta di cerimonie intime. Sarebbe impensabile infatti spostare più di 100 invitati, come invece capita nei matrimoni celebrati in loco. Generalmente, si passa dai 10 invitati a un massimo di 50.
La seconda caratteristica è che chi vuole organizzare un Destination Wedding di solito è una coppia alto-spendente, che dispone di un budget considerevole, da investire. In tal proposito, il galateo vuole che sia la coppia a ‘offrire’ agli invitati sia viaggio, che vitto e alloggio, per ogni giorno trascorso sul posto. Oltre al giorno del matrimonio infatti, si sosta nel luogo di destinazione qualche giorno in più, per trascorrere insieme un po’ di tempo, facendo qualche escursione e visitando i dintorni.

terredieolo
No Comments

Leave a Comment

Prenota ora
Book now